Sesso tantrico per la cura dell’eiaculazione precoce

Il peggior nemico sotto le lenzuola è l’eiaculazione precoce, che impedisce che il rapporto sessuale sia soddisfacente per entrambi. Ma cosa si fa quando lui è troppo veloce sotto le lenzuola? Ovviamente si corre ai ripari, cercando il rimedio più adatto.

Tra i tanti rimedi per la cura dell’eiaculazione precoce, figura anche il sesso tantrico. Scommettiamo che ne avrete sentito spesso parlare, ma magari senza sapere di cosa effettivamente si tratta. Partiamo dicendovi che il tantra, così come il kamasutra, è un’arte d’amare tipicamente orientale.

Ma chi finisce per intendere il tantra come un’alternativa al kamasutra che si riduce ad un elenco di posizioni da mandare in difficoltà anche i più grandi amatori, è fuori strada. Il tantra deriva piuttosto da un insieme di dottrine e pratiche indiane di origine millenaria, dove l’eros è solo una parte nell’ambito di una filosofia molto più ampia, che investe diversi settori della vita. Ma in questo caso è proprio la parte dell’eros ad interessarci e ad incuriosirci. E se diciamo incuriosirci, è perché è piuttosto singolare la visione che questa disciplina ha del sesso.

L’aspetto sicuramente più caratteristico e che pone questa disciplina particolarmente adatta alla cura dell’eiaculazione precoce è proprio la durata del rapporto. Vi è mai giunta voce di quel gossip che vedeva il famoso cantante Sting impegnato a fare sesso tantrico per 36 ore di fila? Questa storia è decisamente surreale, ma serve a dare l’idea di quello che è il carattere del sesso tantrico. Chi lo pratica riesce ad allungare le sue prestazioni, ovviamente non a 36 ore, ma riesce ad ottenere un prolungamento della sua solita media.

In realtà il sesso tantrico non vuole indurre chi lo pratica a stare con l’orologio a calcolare numeri e medie, anzi, il suo significato va al di là di qualsiasi calcolo matematico per abbracciare invece elementi di natura filosofica e religiosa. Ma capirete che questo aspetto della durata è quello che proprio interessa chi soffre di eiaculazione precoce. Coloro che hanno problemi di eiaculazione precoce legati ad ansia da prestazione e situazioni di stress, possono contare sui principi del sesso tantrico, che invita, per alcuni aspetti come lo yoga, al rilassamento.

Accedi al percorso di email giornaliere e ricevi il report “Eiaculazione Stop”. Leggendolo scoprirai:

  • Qual'è la mentalità giusta per eliminare l'E.P.
  • Perché hai un’opportunità enorme per la tua vita
  • Quali sono le basi su cui si poggia questo metodo
  • …e molto altro ancora!

Quando si fa l’amore, infatti, secondo il tantra, viene meno la responsabilità di dover dimostrare le proprie capacità amatorie. Provare l’orgasmo diventa quasi un aspetto di secondaria importanza, mentre ad avere importanza è la capacità di riuscire a raggiungere una sorta di benessere prolungato e generalizzato.

Questo mette coloro che soffrono di eiaculazione precoce nella condizione di vivere il sesso in modo più libero, senza farsi prendere dall’angoscia di essere all’altezza della situazione. Si riesce in ciò in modo piuttosto semplice. Anche se il sesso tantrico non dà delle regole precise da seguire minuziosamente, si basa però su alcuni principi fondamentali. Per vivere questa esperienza basta iniziarla immergendosi in un ambiente intimo e rilassante. Si dà poi attenzione alla respirazione, magari sincronizzandola con quella della partner, e appunto al tempo.

Per il sesso tantrico non ci sono limiti, si procede senza fretta a partire dai preliminari, per provare un piacere a lunga durata.

Lascia un commento