Il Parkinson e le disfunzioni sessuali

Come sai, il Parkinson, è una malattia che non colpisce solo gli anziani anzi, ultimamente si sta abbassando sempre di più l’età delle persone che ne sono affette.

Purtroppo una patologia simile comporta delle disfunzioni a livello motorio e molte altre, ci si chiede: potrebbe causare anche alcune disfunzioni sessuali?

Accedi al percorso di email giornaliere e ricevi il report “Eiaculazione Stop”. Leggendolo scoprirai:

  • Qual'è la mentalità giusta per eliminare l'E.P.
  • Perché hai un’opportunità enorme per la tua vita
  • Quali sono le basi su cui si poggia questo metodo
  • …e molto altro ancora!

Inizialmente c’è da dire che questa malattia non compromette le emozioni di una persona oppure il desiderio sessuale.

Ed inoltre molti riescono ad avere una fantastica vita sessuale anche compreso il Parkinson. Ma purtroppo non vale per tutti, anche perché ogni organismo reagisce in maniera diversa da un altro alle patologie e alle terapie farmacologiche.

In più c’è da dire che non tutti presentano sempre gli stessi identici sintomi ma ogni persona ha le sue particolarità anche per quanto riguarda le malattie. C’è da dire anche che ogni singolo individuo reagisce diversamente anche a livello emotivo e psicologico.

Nonostante ci siano quelle persone a cui il Parkinson non si è presentato nella loro vita sessuale, ci sono quelle a cui è capitato l’esatto contrario. Succede infatti che alcuni pazienti non siano per niente soddisfatti della propria vita sessuale.

Per quanto riguarda gli uomini, ci sono alcuni che accusano problemi durante l’erezione ed eiaculazione precoce o ritardata. Anche con le donne il Parkinson non è molto gentile: infatti alcune soffrono per diversi disturbi che provocano una forte difficoltà nel raggiungere l’orgasmo. Purtroppo, se si presentano questi problemi, con l’avanzare della malattia calerà anche il desiderio, provocando una grandissima insoddisfazione sessuale fino ad arrivare ad una completa insofferenza!

Questo non vuol dire necessariamente che la libido cala per una “diretta” colpa della malattia. Ma si tratta di una conseguenza all’alterazione delle funzioni sessuali. Successivamente, l’attitudine delusa e abbattuta porterà alla mancanza di voglia anche solo di provare ad avere un rapporto, perché si presenta quasi una convinzione che dice che tanto non andrà bene e quindi non avrebbe senso farlo.

In genere la disfunzione sessuale più frequente che compare nella vita di uomo affetto da Parkinson, è l’eiaculazione precoce, anche se comunque, anche i casi di disfunzione erettile non sono pochi.

È bene prendere in considerazione che non accade sempre: spesso succede che semplicemente una persona ha paura che la sua vita sessuale possa rovinarsi a causa della malattia e quindi di conseguenza appaiono le ansie che rovinano i rapporto agendo tramite i fattori psicologici.

Se soffri di parkinson ed ultimamente il tuo desiderio sessuale e diminuito, fai subito il test per scoprire la gravità della tua situazione.

Clicca qui e fai il test gratuito

Inoltre, ci sono altri casi in cui non si può dare direttamente la colpa  al Parkinson, ma si può imputare invece ai medicinali che a volte fanno anche l’effetto opposto! (come spiego in diversi articoli, l’utilizzo dei medicinali può danneggiare gravemente la tua salute per questo consiglio sempre l’utilizzo di rimedi alternativi (solitamente naturali) che puoi trovare qui) Però è comunque il caso di non sottovalutare neanche queste situazioni e di stare sempre attenti sia nel caso che il sesso vada bene, sia che vada male.

Infatti, ogni paziente non dovrebbe esitare e dovrebbe contattare il medico al più presto, onde evitare che le cose peggiorino. Alcune situazioni è meglio prendere “di petto” dal principio, senza aspettare troppo.

Certo magari poi le disfunzioni sessuali potrebbero sparire da sole ma, siccome non è detto, è bene non rischiare di trovarsi in situazioni peggiori!

La via più facile è avere un piano che ti permetta di riprendere in mano la tua vita sessuale, lo puoi trovare qui.

Scopri come porre fine all'eiaculazione precoce in modo naturale

Comanda la Tua Eiaculazione è un percorso che ti guida passo – passo (attraverso rimedi naturali) alla cura DEFINITIVA dei tuoi problemi di eiaculazione precoce.


Scopri il metodo Comanda la Tua Eiaculazione per Scoprire come Aumentare la Tua Durata a Letto (fino a 60 min.) in Meno di 21 Giorni.

Lascia un commento