L’eiaculazione precoce: ecco perché e quando è importante parlare con un medico.

Ormai tutti sanno cos’è l’eiaculazione precoce e quali sono le cause che scatenano questo disturbo sotto le lenzuola. Ma naturalmente non sempre è sufficiente uno sguardo su internet o su qualche libro per capire qual è il vero problema. Questa disfunzione sessuale è talmente tanto diffusa che non bisogna vergognarsene ma, al contrario, bisogna fare di tutto per agire prima che diventi qualcosa di più grave e che cambi la vita di coppia e del paziente stesso. Scopriamo perché e quando è giusto parlare con medico.

Solitamente il primo passo è sempre quello di cercare informazioni online, è una cosa che fanno veramente tutti. Ma il problema principale è che non tutte le fonti sono attendibili, che non tutte le soluzioni possono andare bene nel tuo caso e che spesso c’è davvero bisogno dell’aiuto di un vero medico in carne ed ossa.

Ovviamente, prima di consultare un professionista puoi fare alcune prove e, se vedi che le cose non cambiano e che l’eiaculazione precoce è sempre presente, potrai capire che è bene fare un passo avanti verso qualcuno di più esperto che possa darti delle risposte concrete e, conseguentemente, indicazioni e suggerimenti da seguire.

Inoltre, la medicina sta facendo numerosi studi e progressi riguardanti le disfunzioni sessuali… quindi perché non fidarsi di più, spaventarsi e vergognarsi di meno, se sai che puoi migliorare la tua vita senza alimentare negativamente il tuo problema?

In più non è detto che parlare con un medico ti porti necessariamente ad un trattamento farmacologico e poi sarai comunque in grado di valutare la situazione in modo più lucido e consapevole.

Gli uomini che soffrono di eiaculazione precoce, o di altre disfunzioni,  non dovrebbero mai sentirsi scoraggiati, “finiti” ed iniziare ad evitare i rapporti sessuali (anche perché il sesso non fa di certo male!). Poi non dovrebbero assolutamente nascondersi per non parlare e/o affrontare la consulenza di un medico che potrebbe dar loro delle soluzioni utili e specifiche per il loro caso.

Ricorda sempre che potrebbero somministrarti degli antidepressivi, delle pomate anestetiche, degli spray… Ma anche semplicemente consigliarti delle terapie sessuali (auto-stimolazione e molte altre tecniche),  o di usare il preservativo, rallentare il ritmo delle spinte durante il rapporto,  scegliere altre posizioni durante il sesso,  utilizzare tecniche di respirazione e di rilassamento, monitorare i propri livelli di ormoni… e molto altro.

Accedi al percorso di email giornaliere e ricevi il report “Eiaculazione Stop”. Leggendolo scoprirai:

  • Qual'è la mentalità giusta per eliminare l'E.P.
  • Perché hai un’opportunità enorme per la tua vita
  • Quali sono le basi su cui si poggia questo metodo
  • …e molto altro ancora!

Quindi se pensavi che parlare con un medico significasse automaticamente un uomo con un ago gigante in mano, ti sbagliavi. In più, un professionista saprà aiutare te e la tua eventuale partner a non vedere l’eiaculazione precoce come la fine della propria vita sessuale in modo da non alterare anche il vostro equilibrio psicofisico al di fuori della sfera intima.

In conclusione, parlare con un medico può essere davvero molto utile, nel caso tu non sappia davvero come eliminare questo problema e tu abbia anche già fatto diverse prove. Inoltre, la visita riuscirà anche a placare le eventuali tensioni che potrebbero essersi create all’interno della coppia.

Il risultato di una consulenza è già un primo passo verso la risoluzione del problema che, probabilmente, è molto meno grave di quello che pensavi.

Lascia un commento