La masturbazione aiuta a combattere l’eiaculazione precoce?

La masturbazione è una cosa che piace… ma aiuta?  Ti sei mai chiesto se oltre al piacere può darti anche qualcosa di forte ed importante come un vero aiuto contro l’eiaculazione precoce? Sembra una cosa impossibile (forse) ma in realtà, i suoi aspetti benefici li ha, e non solo quelli a cui potresti pensare automaticamente. Ma andiamo più nello specifico e non lasciamoci sfuggire nessun particolare!

Questa “pratica” molto apprezzata (non da tutti ovviamente), era considerata uno sbaglio, un peccato, un’attività da condannare. Questo succedeva veramente tanto tempo fa, alla fine del ‘700.  La masturbazione veniva considerata la causa di molte malattie come… la schizofrenia, l’epilessia, la cecità ma anche la febbre! Ma gli veniva data la colpa di tante altre patologie. Allora cosa successe? Successe che finalmente (ma per questo ci vollero molti anni!), nacque la tanto aspettata (soprattutto da chi veniva accusato di essere un peccaminoso masturbatore) “sessuologia”! Certo fu una sorta di manna dal cielo e portò molti cambiamenti nella vita della gente.

Oggi, la masturbazione viene addirittura consigliata dai sessuologi. Il motivo è ben chiaro: più “utilizzi” il tuo apparato genitale e più riesci a conoscerlo. Giustamente è molto più facile ascoltare le proprie sensazioni quando si è da soli. Quando si è nel bel mezzo di un rapporto sessuale con una donna, ci sarebbero troppi fattori a cui star dietro e, sicuramente, il tuo controllo sull’orgasmo si abbassa notevolmente e non è facile riprenderlo, soprattutto quando non riesci a riconoscerne l’arrivo.

Accedi al percorso di email giornaliere e ricevi il report “Eiaculazione Stop”. Leggendolo scoprirai:

  • Qual'è la mentalità giusta per eliminare l'E.P.
  • Perché hai un’opportunità enorme per la tua vita
  • Quali sono le basi su cui si poggia questo metodo
  • …e molto altro ancora!

Inoltre adesso si crede fortemente che la masturbazione non arrechi nessun danno all’organismo. Anzi può sicuramente avere degli effetti benefici su chi ne fa “buon uso” (senza farla diventare una dipendenza!). Si dice anche che, un uomo che si masturba di frequente, possa avere dei figli sicuramente sani. Ovviamente questa non è una cosa che non accade a quelli che non lo fanno!

La masturbazione ha un’altra particolare “mansione”: oltre al far star bene e a far rilassare un uomo, è in grado di ripulire l’apparato riproduttivo. Inoltre riduce i rischi di contrarre malattie sessualmente trasmissibili.  Alcuni studiosi dicono anche che, tramite questo effetto pulente, la masturbazione sia anche un ottima tecnica per migliorare la qualità del liquido seminale.

Altri studi hanno poi appurato che grazie a questi attimi di “sessualità autonoma” si possa prevenire il cancro alla prostata. Infatti, da una ricerca è stato confermato che, gli uomini con una vita sessuale attiva (sia autonoma che di coppia) hanno meno probabilità di ritrovarsi con una patologia agli organi genitali.

Quindi… ricapitolando: non è una pratica dannosa ma anzi fa bene, aiuta a riuscire a riconoscere i propri livelli di eccitazione in modo da riuscir poi a controllare anche l’orgasmo quando si è con una donna, viene consigliata sia ai giovani che agli adulti e aiuta a prevenire le malattie.

Non dico che in questo caso si possa usare il detto “una mela al giorno toglie il medico di torno” ma, indicativamente si  può pensare che, una attività sessuale costante ha bisogno anche di questo, soprattutto quando non sei con la tua ragazza. Controindicazioni? Nessuna! Cosa ne pensi?

A te la scelta!

Lascia un commento