Farmaco contro per la ricrescita dei capelli e impotenza…

Hai mai pensato che un farmaco per far ricrescere i capelli possa far del bene alla tua testa ma possa causare l’impotenza a letto? Sembra una cosa assurda ma, in realtà, da ormai qualche anno, è stato appurato.

Questo farmaco è a base di Finasteride  (che nasce da una molecola azosteroidea) e, purtroppo è usato da tantissimi giovani che voglio prevenire la calvizie e/o combatterla sul nascere.

Nei primi tempi fu solamente segnalato qualche disagio, poi si è riscontrato che causava un improvviso calo del desiderio, difficoltà durante l’erezione e tanti altri problemi come prostatite e disturbi neurologici e/o psichiatrici. Inoltre alcuni di questi sintomi spesso non vanno via quando si termina la terapia a base di Finasteride.

Ci sono state molte ricerche tra cui uno che ha rivelato che il procedimento che porta alla riduzione della calvizie, riduce un componente del testosterone, che appunto provoca un calo del desiderio sessuale. L’azienda che produce il farmaco ha confermato questa controindicazione ma, ha anche detto che, in realtà questa problematica colpisce solo il 3,8% dei pazienti a cui è stato somministrato il trattamento e, dopo il primo anno, la percentuale scende. Ma non tutti sono stati d’accordo, tanto da fare delle ricerche specifiche radunando circa 70 volontari uomini, ovviamente con problemi relativi alla caduta dei capelli.

Accedi al percorso di email giornaliere e ricevi il report “Eiaculazione Stop”. Leggendolo scoprirai:

  • Qual'è la mentalità giusta per eliminare l'E.P.
  • Perché hai un’opportunità enorme per la tua vita
  • Quali sono le basi su cui si poggia questo metodo
  • …e molto altro ancora!

Il risultato? Tutti i volontari hanno riscontrato gli effetti indesiderati e se li sono portati avanti anche per oltre tre mesi dopo la fine del trattamento.

Ma ci sono stati anche altri studi, pubblicati poi su un magazine che affronta ogni tipo di tematica riguardante il sesso, che hanno sottoposto alcuni pazienti ad un sondaggio ed hanno riassunto le problematiche in sostanziose percentuali:  il 94% dei pazienti ha riscontrato una forte riduzione del desiderio, il 92% ha accusato un calo delle sensazioni di eccitazione ed anche problemi durante l’erezione ed il 69% ha detto di avere dei problemi per il raggiungimento dell’orgasmo.

Le percentuali non sono del tutto tranquille in quanto, se pensi che il calo della libido è tra i più riscontrati, potresti dedurre alcune supposizioni più che logiche. Se ci pensi bene, ammetterai che il desiderio è importante e, quando questo cala drasticamente può causare anche delle disfunzioni erettili. Di conseguenza si presenteranno problemi nella coppia ed i soliti problemi psicologici che peggiorano la situazione come: ansia da prestazione, calo dell’autostima, ossessione del “non riuscire” ed inoltre preoccupazione e la sensazione di non essere all’altezza della partner. E purtroppo le conseguenze non sono solo queste… e tutte per un po’ di capelli in più? Non è detto che alle donne non piacciano gli uomini rasati!

Prima di prendere farmaci relativi alla prevenzione della calvizie ed al suo rallentamento, è necessario informarsi per bene su quali siano gli effetti collaterali e, magari, non sarebbe male farsi un bel giro sul web per conoscere la fama del medicinale che è stato somministrato.

Faranno bene “il loro lavoro” e faranno anche ricrescere i capelli… ma credi che ne valga la pena? Pensi che un po’ di capelli in più valgano la tua vita sessuale? Prima di rischiare, informati bene e non ti “buttare” troppo velocemente in questo percorso, perché poi non è facile uscirne. Infatti i sintomi sono graduali, ma poi rimangono con te anche dopo la fine del trattamento.

Sei convinto? I capelli o il buon sesso? A te la scelta e fai attenzione!

Lascia un commento