Erezione ed ossido nitrico… esiste un nesso?

Quanti studi ci informano e ci tengono aggiornati. Le ricerche non si fermano e noi continuiamo ad apprendere cose nuove. Ad esempio il fatto che l’erezione si possa basare su un azione dell’ossido nitrico, non è una cosa che potevamo scoprire da soli e non avremmo mai potuto fare nessuna supposizione a riguardo! Menomale che ci sono gli esperti che pensano a lavorare per noi, per aiutarci e farci scoprire delle cose molto importanti.

L’impotenza è un caso molto particolare, ma non per questo molto frequente che, come sapete non permette all’uomo di avere dei rapporti fisici soddisfacenti, causando disagio anche alla donna al suo fianco.

L’ossido nitrico è un potente vasodilatatore prodotto anche dal nostro corpo ma anche rilasciato da molti farmaci, quindi ha delle varie funzioni anche per quanto riguarda la cura di alcune malattie. Infatti, oltre ad avere a che fare con l’erezione, ha anche altri ruoli importanti: contribuisce funzionando da battericida e aiuta anche i capelli a crescere. Ha insomma delle mansioni molto importanti e, durante lo svolgimento dei suoi compiti, non lascia mai “nessuno scontento”, sempre se ovviamente viene prodotto in quantità sufficiente.

Quando si parla di erezione, si parla di un “meccanismo” che viene messo in azione da alcuni fattori e deve essere in grado di procedere fino alla fine del rapporto sessuale. Già da diverso tempo si sapeva che l’ossido nitrico fosse molto importante per avviare il processo di erezione permettendo il rilassamento dei muscoli che influivano con l’irrorazione di sangue del pene, ma non si sapeva che era anche un fattore fondamentare per tutto il resto del rapporto. Quindi non è solo un “addetto” alla fase iniziale. Cosa significa? Che c’è bisogno di una sua costante presenza per permettere la durata dell’erezione. In base a questo si stanno già muovendo tutti i ricercatori del settore per cercare di trovare una soluzione per curare la disfunzione erettile.

Accedi al percorso di email giornaliere e ricevi il report “Eiaculazione Stop”. Leggendolo scoprirai:

  • Qual'è la mentalità giusta per eliminare l'E.P.
  • Perché hai un’opportunità enorme per la tua vita
  • Quali sono le basi su cui si poggia questo metodo
  • …e molto altro ancora!

Nel frattempo è comunque possibile usufruire di medicinali (sono tra i trattamenti preferiti dagli uomini, tra cui il famoso e classico Viagra) e rimedi naturali che possano aiutare a mantenere “viva” l’erezione fino a che è giusto che ci sia.

Sotto questo punto di vista non c’è da dubitare. Le ricerche continuano e le scoperte future saranno ancora numerose. Nel tempo che passa, sicuramente il medico curante saprà aiutare i propri pazienti a risolvere il problema, più o meno velocemente. Spesso potranno indirizzarli da un andrologo e/o da un sessuologo, ma un modo per aiutarli verrà trovato comunque. Inoltre si può comunque fare affidamento anche sui rimedi omeopatici e di altre medicine alternative. Le soluzioni sono talmente tante che un paziente non potrebbe avere ulteriori difficoltà nell’attendere che vengano sperimentate e messe sul mercato altre tipologie di trattamenti più o meno definitivi.

Esistono anche degli integratori a base di ossido nitrico… ma ovviamente, informati con il tuo medico.

Se sei interessato allo sviluppo delle ricerche sull’ossido nitrico, potrai comunque continuare a tenerti aggiornato grazie ai vari siti web che trattano l’argomento e lo studio di questa specifica sostanza, così da poter essere uno dei primi a poter usufruire dei primi medicinali che verranno messi in mercato in un futuro prossimo.

Lascia un commento