Disfunzione erettile: come riconoscerla e, soprattutto, gestirla

La disfunzione erettile è un problema che, come l’eiaculazione precoce, colpisce molti uomini in tutto il mondo. Si tratta di una disfunzione diversa dalle altre che va saputa riconoscere e gestire sempre nel migliore dei modi, in maniera tale che non influenzi completamente ogni rapporto sessuale e che non elimini la sessualità dalla vita di chi ne soffre. Questo è il motivo per cui dovresti sempre saperne di più!

Per riconoscere questa disfunzione è sempre necessario identificarne i sintomi.

Spesso ne abbiamo parlato e, sostanzialmente si tratta dell’incapacità di avere o mantenere un’erezione per un periodo di tempo che sia sufficiente a concludere un rapporto sessuale.

Questi sono segni inequivocabili anche se il  problema può manifestarsi in diversi modi…

Accedi al percorso di email giornaliere e ricevi il report “Eiaculazione Stop”. Leggendolo scoprirai:

  • Qual'è la mentalità giusta per eliminare l'E.P.
  • Perché hai un’opportunità enorme per la tua vita
  • Quali sono le basi su cui si poggia questo metodo
  • …e molto altro ancora!

Infatti ci sono diversi fattori da considerare quando si affronta una simile problematica sotto le lenzuola. Le varie tipologie di questo disturbo ti possono mostrare indirettamente le cause che l’hanno scatenata.

Può essere di tipo psicologica: dovuta a stress, depressione, nervosismo, ansia… (Dopo tutto, l’erezione parte dal cervello!) oppure causata da problemi di natura fisica (quindi disturbi che hanno a che fare con la salute del tuo organismo. Naturalmente questa problematica può essere episodica (anche dovuta ad un abuso di alcol e/o stupefacenti) o permanente (generalmente accade quando si presentano appunto dei problemi di salute).

Una volta riconosciuto questo disturbo sessuale sarà necessario imparare a gestirlo, non credi? In questo sito troverai numerosi articoli che si concentrano su diversi metodi ma, in questo caso, cercheremo di darti una visione molto più generale che ti potrà permettere di superare questo disturbo sessuale o di convivere con esso.

Innanzi tutto sarà necessario affrontarla e non permettere che complichi la propria vita.

L’impatto emotivo della disfunzione erettile richiede un “pedaggio” che va “pagato” senza disperarsi. In primis sappi che durante un rapporto sessuale l’erezione non è tutto e ci sono diversi metodi per portarlo a termine. Perciò non è necessario interrompere ogni attività ma, piuttosto, sfruttare al meglio ogni attimo.

Poi è importante sapere che la disfunzione erettile può creare delle barriere tra il paziente e l’intimità che vanno abbattute fin dall’inizio. Non è raro per gli uomini che soffrono di questo disturbo di sentirsi arrabbiati, frustrati, tristi o anche insicuri di se stessi. Questi sentimenti, se non trattati e sconfitti, possono portare alla depressione (punto in cui è assolutamente necessario non arrivarci!).

Dopodiché bisogna imparare a gestire lo stress. Quando esso persiste, il corpo comincia ad immagazzinare ed accumulare problemi (come appunto quella di cui stiamo parlando) che potrebbero verificarsi anche senza che tu te ne accorga in tempo. La chiave per far fronte allo stress è identificare quelle condizioni presenti nella tua vita che lo causano e trovare il modo di ridurle o alleviarle in fretta.

Per ultima cosa vorrei dirti che anche il sesso stesso può aiutarti. Quindi, chi riscontra problemi di erezione, non dovrebbe assolutamente interrompere le proprie attività sessuali ma continuare! La disfunzione erettile non dovrà vincere sulla tua vita. Detto questo sicuramente saprai come alleviare, prevenire o convivere con una simile condizione nel migliore dei modi.

Lascia un commento